Il benessere animale e il controllo delle condizioni igienico sanitarie del bestiame sono la nostra prerogativa.

SETTORE ZOOTECNICO

Il settore zootecnico costituisce per la Fattoria di Rimaggio l'attività produttiva principale; è da questa fase, infatti che si ottiene la gran parte dei prodotti commercializzati e solo l’accurata gestione di questa e delle altre fasi, ad essa intimamente connesse, permette di ottenere quei prodotti di qualità che il mercato locale richiede e che comunque la nostra politica aziendale porta avanti sin dalle sue origini. Tutti gli animali sono allevati nel centro aziendale e nelle zone limitrofe per poter accedere ai pascoli circostanti. Gli allevamenti possono essere così suddivisi, in base alla destinazione dei prodotti di loro derivazione:
  • Animali da carne (vitelloni, suini, agnelli, animali di bassa corte)
  • Animali da latte (vacche, bufale, pecore).

ALLEVAMENTO BOVINI DA CARNE

L’allevamento dei bovini da carne è insieme a quello dei suini il più importante perché trainante ai fini della commercializzazione.
Il numero medio dei vitelli nelle stalle è di circa 250 capi che appartengono principalmente alla razza Aubrac.
I bovini vengono acquistati in Francia come broutard ad un peso intorno ai 350 Kg. All’arrivo in azienda, dopo un’attenta suddivisione in gruppi omogenei, tali animali osservano un periodo di quarantena in ambienti separati dal resto dell’allevamento e hanno a disposizione solo fieno di buona qualità.
Poi, in un secondo momento, la razione viene introdotta progressivamente in due o tre settimane e dura per tutto il periodo di ingrasso.
Dopo circa 8 mesi di ristallo, al raggiungimento dei 650-700 Kg di peso vivo, i vitelloni vengono macellati nell’adiacente mattatoio interno a bollo C.E.
La scelta della razza insieme ad un’attenta formula per una razione bilanciata, ha portato ad una produzione di carcasse con sviluppo di masse muscolari che forniscono elevate percentuali nei tagli di prima qualità.
Le caratteristiche organolettiche delle carni risultano pertanto eccellenti, in quanto è presente, in giusta quantità, il grasso di marezzatura (“persillé”) che migliora la sapidità, la succulenza ed il potere calorico delle carni.

ALLEVAMENTO SUINICOLO

L’allevamento suinicolo, conta un numero medio di 1.400 capi, con una permanenza in stalla che varia in funzione dell’acquisto degli animali vivi.
I capi sono provenienti da allevamenti locali e sono allevati e ingrassati seguendo una rigida alimentazione con diete che seguono i fabbisogni in relazione al peso e all’età degli animali.
Ad ogni nuovo arrivo le stalle vengono totalmente svuotate e sanificate.
Così come per i bovini, anche nel settore suinicolo, l’alimentazione ricopre un ruolo fondamentale per l’ottimale crescita dell’animale: questa viene garantita da un attento e selezionato mangime prodotto all’interno del mulino aziendale con lo scopo di garantire carni idonee per la successiva fase di trasformazione e commercializzazione.

ALLEVAMENTO DA LATTE

Altro settore trainante dell’azienda è il comparto lattiero - caseario.
All’interno dell’azienda vengono allevati pecore, vacche da latte e bufale, tutte con finalità di produzione di latte e successiva trasformazione nel caseificio aziendale, dove quotidianamente vengono lavorate le 3 tipologie di latte. Come tutte le altre attività aziendali anche questa ha mantenuto un carattere artigianale legato alla tradizione locale, attraverso una lavorazione perlopiù manuale, onde poter preservare al meglio le caratteristiche e le proprietà del latte. Per noi la lavorazione del latte comincia sin dalla stalla, attraverso una corretta ed attenta alimentazione, con razioni di mangime specifiche che possano garantire ed esaltare quelle proprietà organolettiche del formaggio che ci sforziamo di salvaguardare. La mungitura delle bovine da latte e delle bufale avviene due volte al giorno attraverso impianti di mungitura automatizzata all’avanguardia anche sotto il profilo igienico sanitario, con integrato un impianto di pulizia che ne garantisce una corretta e approfondita sanificazione. Appena munto, il latte viene stoccato in cisterne inox refrigerate a 4°C e fatto riposare per una giornata così che cominci sin da subito il processo di acidificazione fondamentale per la successiva caseificazione.

L’azienda può contare anche su di un importante allevamento ovino di circa 800 capi. Il gregge è ricoverato in due capannoni dotati di appositi fienili per il deposito della paglia utilizzata come lettiera, e del fieno, che costituisce il principale alimento insieme ai mangimi concentrati a base di farine di orzo, mais, soia, crusca e nuclei vitaminici e minerali. Le pecore, durante il giorno, nelle giornate di bel tempo, vengono fatte uscire nei campi circostanti per il pascolamento, fondamentale per la salute degli animali e per la qualità del latte.

In stretto collegamento con l’ovile c’è la sala di mungitura; gli ovini infatti vengono munti due volte al giorno tramite un impianto meccanizzato che permette al latte di transitare direttamente nelle cisterne frigorifere, rispettando tutte le condizioni igienico-sanitarie.